I giovani salveranno l’Italia

I giovani salveranno l'Italia

Sono i giovani ad avvertire più gravemente gli effetti nefasti delle politiche liberiste e ad essere meno protetti da un welfare che è stato progressivamente smantellato.
Sono loro a non portare i germi di culture politiche ormai infeconde e piene di nostalgia.
Sono loro a poter sfruttare meglio di chiunque altro il momento populista, grazie a un maggior coraggio e una comprensione più adeguata delle sfide del futuro.

L’Italia vive una lunga fase di involuzione, fatta di un impoverimento collettivo e una deriva oligarchica. A farne maggiormente le spese sono i giovani: precarizzati, calpestati e derisi, privati di una prospettiva esistenziale degna di tal nome. Nel frattempo, anche tra le generazioni precedenti lo smottamento economico che vive il Paese si traduce in una vulnerabilità sociale intollerabile e un bisogno sempre maggiore di protezione, mentre poche centinaia di famiglie continuano ad arricchirsi a dismisura. Ma forse non tutto è perduto.

Con questo libro a metà tra il pamphlet e l’analisi minuziosa, tredici giovani cercano di tracciare una via per riprendersi ciò che è loro: il proprio futuro. Sovranità popolare, spesa pubblica, ruolo dello Stato, critica dell’Unione Europea, abolizione della precarietà lavorativa: gli autori, riuniti nel movimento Senso Comune, rompono ogni tabù imposto nel dibattito pubblico, rivendicando così la necessità di andare oltre le opzioni politiche in campo e di dar vita a una proposta che restituisca l’Italia alla gente comune. Una proposta politica che rimetta al centro bisogni e aspirazioni di chi è rimasto inascoltato.

 

L’INDICE

· Introduzione – I giovani e il momento populista di Samuele Mazzolini
· Il divorzio tra Stato e popolo di Michelangela Di Giacomo e Tommaso Nencioni
· Dalla precarietà all’unità di Stefano Bartolini
· «Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui». Prospettive di riscatto per l’emigrazione di massa nell’Italia di oggi di Raffaele Bazurli e Enrico Padoan
· Sorelle e fratelli d’Italia di Irene Romiti, Letizia Nocera e Marcello Gisondi
· Riuscire a riveder le stelle? Uno sguardo al passato per un nuovo Risorgimento economico italiano di Simone Gasperin
· Per una democrazia al servizio del popolo di Stefano Poggi
· Integrazione europea, de-sovranizzazione e de-democratizzazione. Dalla questione europe al ritorno della questione nazionale di Thomas Fazi
· Conclusioni – Spezzare la rassegnazione di Paolo Gerbaudo

 

Samuele Mazzolini (1984) è un ricercatore in Teoria politica presso la University of Essex (Inghilterra). È uno dei fondatori di Senso Comune.

Senso Comune è un’associazione-movimento che nasce nel novembre 2016. Il suo obiettivo? Quello di avviare una politica autonoma dai desideri delle oligarchie politiche ed economiche che hanno portato l’Italia nel profondo della crisi che viviamo. Una politica che stia dalla parte di chi, in questa Italia maltrattata, non ha più una parte: la gente comune.

Gli autori Samuele Mazzolini, Michelangela Di Giacomo, Tommaso Nencioni, Stefano Bartolini, Enrico Padoan, Raffaele Bazurli, Irene Romiti, Letizia Nocera, Marcello Gisondi, Simone Gasperin, Stefano Poggi, Thomas Fazi, Paolo Gerbaudo fanno parte di Senso Comune.

www.senso-comune.it

 

I giovani salveranno l’Italia
Come sbarazzarsi delle oligarchie e riprenderci il futuro
a cura di Samuele Mazzolini
f.to 14×21 brossura con bandelle | pp. 224
ISBN: 978 88 6830 668 7 | € 16,50

 

ACQUISTA ONLINE

ACQUISTA EBOOK

Share
468 ad