Graziano Udovisi

Graziano UdovisiGraziano Udovisi

Graziano Udovisi (Pola, 1925) è stato dal settembre 1944 comandante del Presidio di Portole d’Istria e di Rovigno e tenente della Milizia Difesa Territoriale fino al 1945. Sul finire della guerra, per salvare i suoi militi, si sposta da Rovigno a Pola su una motobarca, un gesto che pagherà con torture e galera. Processato dagli italiani a Trieste per «collaborazionismo col tedesco invasore», dichiara di aver difeso il suolo italiano dall’esercito slavo. Il Tribunale non gli crede e lo imprigiona prima a Padova, poi a Venezia, Udine, Gorizia, Trieste e Civitavecchia. Viene scarcerato nel 1947. Nel dopoguerra si stabilisce nel mantovano, poi nel reggiano dove insegna alle elementari di Novellara e Rubiera. Oggi risiede a Reggio Emilia. Per Imprimatur ha pubblicato ‘Foibe‘.