San Francesco e il Sultano

San Francesco e il Sultano

«L’amore è opera di Dio, come la vita è un suo dono. L’amore non conosce né razza né limiti né spazi né frontiere. Esso è come un’aquila che vola nel cielo immenso dei cuori».

Nel 1219 San Francesco giunge alla presenza del Sultano d’Egitto, che lo accoglie benevolmente. Durante un banchetto, tra i due si accende una sfida avvincente per mostrare la grandezza di Dio attraverso le più belle storie d’amore raccontate dalla Bibbia, dal Vangelo e dal Corano.

Da Isacco e Rebecca a Giacobbe e Rachele, da Davide e Betsabea a Sansone e Dalila, da Giuseppe e i suoi fratelli ad Abramo e Sara, fino al bambino Gesù e Maometto e Maria.
Passione ed eros si intrecciano a tradimenti e avventure, mostrando come le tre grandi religioni monoteistiche siano fortemente accomunate dalla celebrazione dell’amore in ogni sua forma ed espressione.

Conclude la raccolta il Cantico dei Cantici, pura celebrazione dell’amore tra un uomo e una donna, della passione e dell’erotismo che origina comunque sempre da Dio.

Hafez Haidar, nato in Libano, candidato al Premio Nobel per la Pace, insegnante presso l’Università di Pavia, ha pubblicato numerosi libri e bestseller tra gli altri per Mondadori, Rizzoli, Piemme e Fabbri Editore, che gli sono valsi numerosissimi premi e riconoscimenti. La sua traduzione di Le mille e una notte ha suscitato l’interesse del mondo letterario. Da anni diffonde l’arte della narrativa e della saggistica nelle scuole e nelle università italiane ed estere. Per Imprimatur ha pubblicato Lezioni di pace e curato Donne che urlano senza essere ascoltate, una raccolta di scritti di Khalil Gibran, con il quale ha vinto il Premio Juan Montalvo per la narrativa 2017. È presidente onorario del Premio internazionale di giornalismo Maria Grazia Cutuli.

 

San Francesco e il Sultano
Racconti d’amore dalla Bibbia, dal Vangelo e dal Corano
di Hafez Haidar
f.to 14×21 brossura con bandelle
pp. 192 | isbn 978 88 6830 694 6
prezzo euro 16,00

ACQUISTA ONLINE

ACQUISTA EBOOK

Share
468 ad